Tatuaggi nella storia

Sicuramente no, perché il tatuaggio è sempre stato associato solo ai delinquenti. Ma è assolutamente sbagliato !

Infatti vi vogliamo raccontare di personaggi che pur avendo  fatto la storia del mondo, erano tatuati; da Imperatori a scienziati, dai politici  ai presidenti !

Vi presentiamo oggi Thomas Alva  Edison (1847-1931).

edison_photo

Edison è stato uno tra i piu’ grandi inventori della storia,  contandone piu’ di mille durante la sua lunga carriera !

Noto prevalentemente per aver inventato la lampadina. Ma sul suo curriculum ci sono anche il fonografo, la pellicola cinematografica e tantissime altre cose senza le quali oggi non sarebbe possibile vivere !

Tra le quali, un aggeggi oche ci riporta ad oggi e a questa storia; la penna elettrica.

image001

Con l’aiuto di un altro inventore, Charles Batchelor, crearono questa penna che aveva un ago alternativo azionato da un piccolo motorealimentato da una batteria a celle umide. Mentre l’utente scriveva l’ago produceva migliaia di piccole perforazioni. Ed ecco nato il primo “prototipo” della macchinetta per tatuare che ovviamente durante gli anni si è evoluta.

E  proprio Thomas, colui che senza saperlo inventò un attrezzo che oggi ci permette di creare grandi opere d’arte sulla pelle, era a sua volta tatuato.

Non era niente di grande o complesso e non ci sono grandi informazioni sul suo tatuaggio, si è solo a conoscenza  che aveva  l’immagine conosciuta come quinconce; quattro punti disposti in un quadrato, con un singolo punto nel mezzo, situato sull’avambraccio destro.  Questa immagine è il modo in cui il numero cinque è raffigurato sui dadi.

quincunx

Ci rimane l’ultima domanda, Il vecchio Tom si è tatuato da solo? Non lo sapremo mai !

Rimanete sintonizzati per tante altre curiosità riguardo al mondo dei tatuaggi !

Se vi è piaciuto questo articolo condividete e mettete un “mi piace” !

Volete saperne di piu’? Scoprite tutti i nostri articoli cliccando qui

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInShare on StumbleUponShare on TumblrBuffer this pageDigg thisFlattr the authorShare on RedditEmail this to someone

Lascia un commento